Il mare

Oggi guardavo il mare. Così diverso dal cielo, ma alla stesso tempo così simile: vasto, blu, e pieno di “niente”.

E ho pensato a tutte le persone con cui ci sono stata, al mare.

Perché è uno di quei luoghi dove parli di te, magari mano nella mano passeggiando sulla riva, o semplicemente seduta su un telo con una birra in mano.

Il mare è uno di quei luoghi in cui osservi tutto ciò che ti circonda, e mentre sei lì, seduto sulla sabbia calda, guardi, osservi e non vedi niente. Nemmeno le onde che si infrangono sulla spiaggia.

Magari ti sdrai e inizi a fissare l’infinità del cielo sopra di te. Ti fai cullare dal suono delle onde, o dal canto dei gabbiani.

E tutto questo lo fai in silenzio, perché solo così puoi far uscire il rumore che fanno i tuoi pensieri.

E questa danza di silenzi assordanti non la fai con chiunque. L’intimità del mare la condividi con chi ti tocca il cuore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *